Raymond Island, il paradiso dei koala

dove vedere koala in natura da vicino

L’isola felice dei koala

Grazie per essere qui, cari lettori del blog! Siccome quando l’argomento mi piace troppo divento incapace di preamboli, oggi vado dritta al punto: qual è il posto migliore per vedere i koala in libertà, da vicino, in the wild? Da quando ho visitato una famosa oasi di pallottolini grigi a 300 km da casa mia (Melbourne), non ho più dubbi.

koala femmina in primo piano con occhi socchiusi

Orsù, se amate i koala e vi state chiedendo dove vederli: dovete andare a Raymond Island. Obbligatorio. Tassativo. Imprescindibile. Smettete di fare quello che state facendo, chiudete tutto e correte a Raymond Island – Victoria, Australia. (Allo stesso modo di come, se amate i vombati come la sottoscritta, dovete assolutamente andare a Maria Island, Tasmania – il loro Eden).

casa con facciata tipica australiana a raymond island

Arrivare e muoversi sull’isola… a 200 metri!

Sapete quanto ci vuole, dal paesino di Paynesville sulla terraferma, per arrivare a destinazione in traghetto (attraverso una striscia d’acqua che sembra mare, ma che in realtà è un lago)? Un minuto e quaranta secondi. Non fate in tempo a scattare una foto che siete già arrivati. Gratis!

tra paynesville e raymond island vista dal traghetto sul molo

Non si pagano né la traversata né l’ingresso sull’isola, inspiegabilmente, in un paese dove le attrazioni costano eccome. Qui per qualche dollaro potete portarvi anche la macchina, ma non serve davvero: l’isola è lunga 6km e larga due, e la potete girare tranquillamente a piedi, per ammirare anche meglio la sua fauna.

cartello koala raymond island attenzione alla fauna selvatica

Oppure si noleggiano i risciò! – Fu così che imparai che in Australia esistono gli stessi risciò a pedali del litorale adriatico (alla cui visione ho avuto un’impennata di nostalgia e stavo per tuffarmi dentro a uno di quelli che passavano, tra una nonna e un nipotino pedalanti; ma subito sentire i loro “yeahhh” canini mi ha riportata alla ragione).

pannello informativo sui koala raymond island

Ma Raymond Island non è in primis un’attrazione: ci risiedono delle persone, altre ci vengono nella casa di vacanza, e i turisti ci passano qualche ora oppure una notte o due. Per i koala. I magnifici, stupefacenti, meravigliosi orsetti koala.

Va detto che tutta la zona dei Gippsland Lakes merita una visita, soprattutto per gli amanti delle attività acquatiche – nuoto, pesca, surfing, canoa, barca… qualunque attività sull’acqua o nell’acqua possiate immaginare, da queste parti è praticata, per un turismo locale specializzato molto attivo (questo lo riferisco ma senza aver provato niente: sono pur sempre colei che vive down under senza aver mai agguantato una tavola da surf… ergo, torniamo ai koala).

Paynesville molo e locali bar e posti per mangiare

Koala a rischio estinzione

Ricordate la notizia piuttosto recente che gli assonnatissimi marsupiali sono funzionalmente estinti? È la verità. Stanno declinando così rapidamente che vederli in natura è sempre più difficile. Non è neanche detto che la generazione dei bambini di oggi, un domani, riesca ad avvistarli tra gli eucalipti australiani. Secondo alcune stime scientifiche, intorno al 2050 potrebbero rimanerne solo negli zoo, tipo i panda.

Koala che guarda dall'albero con cavo elettrico

Ora capirete la necessità di andare a Raymond Island se volete vederli con i vostri occhi. Voglio dire, chiaramente ci sono svariati altri posti dove con spirito di osservazione e buona volontà li si trova, ma qui non li dovrete nemmeno cercare: vi basterà incamminarvi e vi appariranno, circondati da un alone di beltà, morbidezza e perfezione.

Raymond Island cartello di benvenuto con koala

Controllo e salvaguardia

Ma perché una situazione tanto fausta? Semplice: è un’isola, e di ridotte dimensioni. Ad oggi ci vivono 300 koala e il loro numero è monitorato. Se aumenta di troppo, alcuni esemplari vengono trasferiti altrove in zone da ripopolare (ad esempio, nel 2010 erano saliti a 600, troppi per garantire spazio vitale e cibo a tutti. Esiste persino – sebbene non sia riuscita ad approfondire – un programma di controllo di fertilità koalica!).

Casa tra gli eucalipti a Raymond Island

Genesi di un’oasi

Gli stessi koala locali furono portati qui nel 1953 da Phillip Island, la più celebre isola del Victoria (di cui ho raccontato qui, tra Grand Prix e biondaggine interiore), per garantire loro una buona dose di tranquillità. Infatti, già cent’anni fa stavano per sparire da tutto lo Stato (anche perché i colonizzatori bianchi li cacciavano per la pelliccia!), e così si cominciò a spostarli sulle isole, per garantire assenza di predatori e controllo dei movimenti. Svelato l’arcano.

koala appallottolato che dorme tra due rami di eucalipto

Una giornata speciale

Per la visita: portatevi il binocolo, pranzo al sacco (non ci sono negozi sull’isola, per quanto ogni venti minuti possiate farvi traghettare sull’altra riva e andare al bar) e un teleobiettivo. Ci sono anche tantissimi uccelli esotici da avvistare (60 specie!), e con un po’ di fortuna anche la cara vecchia echidna di quartiere, che vi verrà incontro con i suoi occhietti miopi. Vi sembrerà di stare in un’epoca più antica, felice e feconda, in cui la natura è ancora libera e fiorisce all’infinito nelle sue creature.

Picnic all’ombra dei koala

A me è capitato di pranzare con calma in riva al lago, rimirando le coppiette di cigni neri in un posticino riparato da alberi e canneti, e di accorgermi solo alla fine che sull’eucalipto sopra la mia testa dormivano non uno, ma ben due orsetti koala, mamma e figlio! (Per sapere come riconoscere maschi e femmine, e per ogni altra curiosità su di loro potete leggere la mia guida definitiva linkata alla fine del post).

Il piccolo era probabilmente l’esemplare più buffo che abbia mai incontrato: cercava di seguirmi con lo sguardo mentre zompettavo sotto al suo ramo per fotografarlo, ma ogni tre secondi, quasi ritmicamente, la testa gli ricadeva giù per la troppa sonnolenza. Animali fattissimi e dove trovarli.

koala giovane che non riesce a stare sveglio
Non riusciva proprio a stare sveglio

La stagione migliore?

Dimenticavo: la primavera è la stagione in cui i cuccioli sono al massimo del loro splendore, seduti vicini alle mamme o direttamente in groppa. Se ci andate in questa stagione, portatevi anche un cucchiaino, affinché possano raccogliere i vostri resti quando vi sarete liquefatti per la tenerezza. Vi ho avvisati.


Il mio video (mani tremolanti per l’emozione):


Leggi anche:



Lucy the Wombat

Human. Italian. Survived a mass shooting in Paris, moved Down Under for a life reboot. Blogging about Australia, Europe, Italy, beautiful creatures, post-trauma, and this strange world. (Avatar created with: "Le Bouletmaton" by Zanorg).

102 pensieri riguardo “Raymond Island, il paradiso dei koala

  • 14 Ottobre 2019 in 01:07
    Permalink

    Awwwwwww allora sono proprio tenerosi come ho sempre creduto 🙂 Si avvicinano alle persone ogni tanto o giustamente se ne tengono a distanza di sicurezza?
    A quando un reportage sulla riserva di caccia dei Drop Bears, dove gli essere umani sono le prede?

    Risposta
    • 13 Ottobre 2019 in 23:21
      Permalink

      I Drop Bears ♥️ Li amo e sogno di andarci, in quella riserva! 😁
      Confermo che sono tenerissimi, pure l’umano più duro e inamovibile si squaglia! La distanza di sicurezza c’è perché di solito se ne stanno a una certa altezza, e se un umano si avvicina troppo si stressano, possono arrivare a graffiare e mordere se toccati male. Più che altro li si contempla in silenzio 😊

      Risposta
    • 13 Ottobre 2019 in 23:46
      Permalink

      Io finché non vedo il biglietto aereo non credo a nulla! 😄

      Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 06:20
      Permalink

      Eeh 😊😍🍒

      Risposta
  • 14 Ottobre 2019 in 02:08
    Permalink

    Io non voglio solo il racconto della giornata a Raymond Island quando le bestiole dormono, ma anche il racconto della notte quando i koala hanno veramente attività interessanti! 😉

    Bonjour Lucy,

    Alex

    Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 06:20
      Permalink

      La notte dev’essere fantastico, con i maschi che si aggirano grugnendo per cercare partner 😄

      Risposta
  • 14 Ottobre 2019 in 02:19
    Permalink

    Bellissimo! Questo però aumenta di un punto la mia lista “voglio andare a”. E’ ormai interminabile!

    Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 06:21
      Permalink

      Ma chiaro! 😄 Ti auguro davvero di poter andare lì prima o poi 🌸

      Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 06:22
      Permalink

      😊😍

      Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 06:19
      Permalink

      Davvero… Ci ho lasciato un pezzo di cuore ♥️

      Risposta
  • 14 Ottobre 2019 in 03:36
    Permalink

    Cioè, koala ed echidna? Ma io cosa ci faccio ancora qui?!? (Sì vombati, arriverò anche da voi…)
    Bell’articolo, anche se questa è istigazione 😁

    Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 06:23
      Permalink

      Sì sì l’ho fatto apposta a istigare perché mi è piaciuto troppo! 🙂 Devo scrivere anche di Maria Island prima o poi 😍

      Risposta
  • 14 Ottobre 2019 in 06:40
    Permalink

    Mi sono subito sentito un “Animale Fattissimo” ed ora sono anche illuso di generare dolce stupore negli umani! Grande Lucy…

    Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 06:24
      Permalink

      Ma tu saresti un koala nordico o sudico? 😂

      Risposta
  • 14 Ottobre 2019 in 07:06
    Permalink

    Sarebbe il caso di liberarli dagli zoo perché nel 2050 la specie umana sarà estinta e non ci sarà nessuno a prendersene cura.

    Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 06:25
      Permalink

      Io mi chiedo sempre cosa ne sarà di alcune strutture quando non ci saranno più gli umani! Tipo le centrali nucleari 🙄💩

      Risposta
  • 14 Ottobre 2019 in 14:31
    Permalink

    Al solito fai venire voglia di essere altrove!

    Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 20:55
      Permalink

      E meno male dai! (Detto in un’ottica particolare, va benissimo non essere d’accordo eh 😅)😄

      Risposta
      • 15 Ottobre 2019 in 07:33
        Permalink

        Non siamo d’accordo?🤔 Sto fuso…Non ci ho capito nulla mi sa!😂

        Risposta
        • 15 Ottobre 2019 in 23:20
          Permalink

          Ora che rileggo era criptico, sì, sorry, forse era il vino 😂 Intendevo che è una bella cosa quando vorresti partire per un viaggio, denota energia vitale (almeno dal mio punto di vista depressivo cronico 😅). Però poi (soprattutto se uno è pessimista) lo si può anche vedere come un rifiuto della condizione attuale, e allora si dissentirebbe 😂 Mannaggia anche ora sono fusa perché è l’una di notte, corro il rischio di non spiegarmi neanche stavolta 😅😅

          Risposta
          • 16 Ottobre 2019 in 07:01
            Permalink

            Io sto ancora più fuso di te…giornata pesante, domani alle 6 sveglia e non ho nemmeno cenato…e in stanza con me ho un trattore…più che pessimista sono incazzato nero…

            Risposta
            • 16 Ottobre 2019 in 21:48
              Permalink

              Oh boy!! Il vicino di letto trattore no °_°

            • 17 Ottobre 2019 in 07:19
              Permalink

              E già…fortunato io!😬

  • 14 Ottobre 2019 in 14:34
    Permalink

    Grazie Lucy per questa chicca! Io ancora sogno il viaggio in Australia, ma il mio scopo è vedere la wildlife quindi mi appunto questa isoletta ❤️

    Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 20:55
      Permalink

      Appunta, appunta 😘😘

      Risposta
  • 14 Ottobre 2019 in 17:13
    Permalink

    Bellissimo! Qualche tempo fa ho visto i Koala al “Koala Sanctuary” di Brisbane, ma qui mi sembra molto più suggestivo…
    Ciao Lucy e buona giornata 🙂

    Risposta
    • 14 Ottobre 2019 in 20:57
      Permalink

      Ciao Giovanni! 🙂 Sono d’accordo… Al sanctuary di Brisbane ci sono stata, ma al contrario di tutto quanti che lo incensano, a me ha lasciata un po’ interdetta! Poi è comunque un luogo di cattività mentre qui è proprio tutto naturale! 🙂

      Risposta
  • 14 Ottobre 2019 in 23:40
    Permalink

    Bisognerebbe mettere un disclaimer: post ad alta carica di endorfine. ❤ Ci deve essere un motivo se alla vista di un koala qualsiasi persona vorrebbe abbracciarlo forte forte e invece lui manco pu’ cazz! Forse è colpa della Trudi? Vado subito a compensare con il gatto!

    Risposta
    • 15 Ottobre 2019 in 22:48
      Permalink

      Beata te! Io ho le mie due cavie da troppo poco tempo e ancora non me la sento di coccolare, non le voglio stressare troppo! 😅
      Hai ragione comunque: con i koala le endorfine sono sempre dietro l’angolo! 😍

      Risposta
  • 15 Ottobre 2019 in 20:43
    Permalink

    mi sono già completamente liquefatta. Ma che tenerezza infinita quei cuccioli! Non posso pensare che gli uomini siano stati così crudeli da cacciarli.

    Risposta
    • 15 Ottobre 2019 in 22:44
      Permalink

      Nemmeno io… Tutta la questione delle pellicce degli animali è assurda, la comprendo solo per le epoche antiche quando non c’era nient’altro per scaldarsi… Una volta ho scoperto di avere delle scarpe di vera pelle e ci sono rimasta malissimo!

      Risposta
  • 15 Ottobre 2019 in 22:06
    Permalink

    No scusa, stai dicendo che si può dormire lì? E che addirittura si può usare il paddleboard in quello specchio d’acqua? E scusa ancora… non serve l’auto .. io credo che mi trasferirò tra i koala. Quanto costa un villino da quelle parti?

    Risposta
    • 15 Ottobre 2019 in 22:42
      Permalink

      È anche il mio sogno 🙂 E tu dirò di più: ci sono alcuni posti (non sull’isola, intendo proprio in generale, io ne conosco uno qui nel Victoria e presto lo proverò di persona) dove si pernotta precisamente allo slogan di “under koalas”! Questi di cui parlo è un campeggio dove te ne stai in tenda o bungalow e la notte senti tutti i grugniti dei koala che abitano sugli alberi circostanti e sono attivi soprattutto la notte. 😍😍😍

      Risposta
      • 16 Ottobre 2019 in 03:39
        Permalink

        Quindi può dormire nel letto con me? Io mi Metterei a “koala” su di lui 😂 sarebbe fantastico

        Risposta
        • 16 Ottobre 2019 in 21:51
          Permalink

          Ti koalizzi 😀

          Risposta
    • 15 Ottobre 2019 in 22:43
      Permalink

      Ah poi sì, mi ricordo la tua passione per il paddleboard! Non ti resta che venire qui 🙂

      Risposta
  • 15 Ottobre 2019 in 22:29
    Permalink

    Hanno veramente un programma di monitoraggio niente male. Non credevo che venissero spostati in base al numero raggiunto. Questi down under sono organizzatissimi per davvero! E comunque incredibile che la barca ci metta meno di due minuti a raggiungere l’isola, si potrebbe quasi andare a nuoto!

    Risposta
    • 15 Ottobre 2019 in 22:39
      Permalink

      L’ho pensato anch’io! O con una barchetta Lego! 🙂
      Comunque se non ho capito male sono programmi curati per la maggior parte da volontari. Il governo australiano vergognosamente se ne frega abbastanza dei suoi animali iconici 💩

      Risposta
  • 15 Ottobre 2019 in 23:12
    Permalink

    Io non ho mai visto un koala in vita mia, è una vergogna, uno scandalo e un affronto! Ma si possono toccare, coccolare, allattare, mettere in tasca e trafugare a casa propria? Chiedo per un’amica

    Risposta
    • 15 Ottobre 2019 in 22:37
      Permalink

      Ahah! Purtroppo no… Tranne nel caso di certe persone che hanno una licenza particolare per curarli in casa propria (ho visto video irresistibili di koala che si tengono in equilibrio sullo schienale del divano 😍😂) per poi rilasciarli in natura. Però in certi parchi faunistici si possono accarezzare in maniera breve e supervisionata e persino tenere in braccio per un attimo 😍

      Risposta
  • 16 Ottobre 2019 in 09:36
    Permalink

    Non c’è niente di più bello che vedere gli animali in natura! Mi si spezza il cuore a pensare che presto potrebbero non esserci poi koala selvatici… che tristezza davvero!

    Risposta
    • 16 Ottobre 2019 in 21:47
      Permalink

      Yep. 🙁

      Risposta
  • 16 Ottobre 2019 in 17:44
    Permalink

    Ma che belli i Koala! Avevo letto qualcosa riguardo a quest’isola recentemente, ora il tuo post… Che faccio? Lo interpreto come un segno del destino?

    Risposta
    • 16 Ottobre 2019 in 21:44
      Permalink

      Fermi tutti, è un segno! 🙂 A me ne parlò per la prima volta una ragazza che era down under per un anno, seguivo il suo viaggio online ma poi è finito 🙁

      Risposta
  • 16 Ottobre 2019 in 18:48
    Permalink

    Prendere in braccio un koala è il mio sogno! Ora so anche dove andare, grazie per aver condiviso mi segno tutto per quando riuscirò a realizzare il sogno australiano.

    Risposta
    • 16 Ottobre 2019 in 21:43
      Permalink

      Occhio che su quest’isola comunque non puoi prenderli in braccio… anche perché sono protetti quindi è proprio illegale 😀 (Oltre al fatto che li sfido a farsi acchiappare senza protestare :D).
      Presto comunque scriverò anche di come e dove prendere in braccio un koala 🙂

      Risposta
  • 16 Ottobre 2019 in 20:41
    Permalink

    Il koala è tra i miei animali preferiti e vederne uno sarebbe un sogno che si realizza! Chissà, magari prima o poi riuscirò. Spero solo che venga posto rimedio alla loro estinzione perchè sarebbe una perdita molto grave e triste.
    Mi hai fatto venire una gran voglia di andarci comunque!!! 😉

    Risposta
    • 16 Ottobre 2019 in 21:42
      Permalink

      Ciao Elisabetta! Ho scritto proprio con questo scopo ^_^ Good luck per il tuo sogno koaloso <3

      Risposta
  • 16 Ottobre 2019 in 21:50
    Permalink

    Io diventerei matta in un posto così e vorrei trasformarmi in uno di loro. Posso secondo te?

    Risposta
    • 16 Ottobre 2019 in 21:53
      Permalink

      Secondo me, ancora più che in un koala, converrebbe tramutarsi in un drop bear. Vuoi mettere? Fare imboscate agli umani? Io amerei! 😀

      Risposta
  • 17 Ottobre 2019 in 14:17
    Permalink

    Non hai capito che io mi trasferirei subito e ci passerei la vita in quest’isola se potessi!! Tra l’altro io starei ore a fotografare i koala e il mio ragazzo farebbe tutte le attività acquatiche (rosciò, canoa, proverebbe il surf…), insomma connubio perfetto. Dici che posso passarci almeno la pensione? xD

    Risposta
    • 17 Ottobre 2019 in 17:52
      Permalink

      Direi proprio di sì perché mi è sembrato che un’alta percentuale dei residenti fossero proprio astuti pensionati! 🙂

      Risposta
  • 17 Ottobre 2019 in 18:41
    Permalink

    Che teneri i Koala, mi piacerebbe tanto visitare quest’isola e vederne uno dal vivo, li ho sempre visti in foto e in televisione, uffa!

    Risposta
    • 17 Ottobre 2019 in 17:51
      Permalink

      Eh beh, si inizia così… poi si progredisce! 😉

      Risposta
  • 18 Ottobre 2019 in 23:40
    Permalink

    Io adoro i Koala, anche se come scrivono sopra sembrano innocui e dolci ma quando cambiano espressione sembrano dei piccoli diavoli! Non pensi anche tu ? Resta il fatto che vorrei visitare l’Australia, così diversa rispetto a noi!

    Risposta
    • 20 Ottobre 2019 in 21:05
      Permalink

      Già il fatto che tu sappia che i koala non sono “solo” coccolosi ti eleva al di sopra del “fan” medio! 😉

      Risposta
  • 19 Ottobre 2019 in 00:28
    Permalink

    A prima vista sembrano pucciosissimi. Poi li guardi bene e hanno quello sguardo un po’ incattivito e imbronciato e non sembrano più così pucciosi… Almeno, questo nella nostra limitata esperienza di koala 😁

    Risposta
    • 20 Ottobre 2019 in 21:07
      Permalink

      Sì, sono teneri solo nell’aspetto, nel comportamento no! Sono solo dei pigroni e territoriali. 🙂 Ma li si ama lo stesso!

      Risposta
  • 19 Ottobre 2019 in 01:45
    Permalink

    Ammmoriiiiii ♥︎ io mi sto facendo una cultura sugli animali australiani grazie ai libri per bambini di mio figlio e tra il libro cartonato Australian Animals e il tuo blog non vedo l’ora che il bimbo sia abbastanza grande da godersi il viaggio per andare a vedere i koala dal vivo!

    Risposta
    • 20 Ottobre 2019 in 21:05
      Permalink

      Sai che infatti i libri sugli Aussie animals sono il classico souvenir che porto ai figli dei miei amici 😀

      Risposta
      • 21 Ottobre 2019 in 03:22
        Permalink

        Se potessi correrei subito!!! Adoro i koala!!! Mi piacerebbe abbracciarne uno!

        Risposta
        • 22 Ottobre 2019 in 13:14
          Permalink

          Su quest’isola però non si può 😀

          Risposta
  • 19 Ottobre 2019 in 19:44
    Permalink

    Di queste delizie di posti ve ne fossero molte più al mondo!

    Risposta
    • 20 Ottobre 2019 in 21:03
      Permalink

      Eh 🙂 Infatti ho fatto un post stucchevole proprio perché non potevo evitarlo 🙂

      Risposta
  • 21 Ottobre 2019 in 09:10
    Permalink

    No, va beh, ma hai ragione : mollare tutto e partire subitissimo per andare a vedere i koala! 😍 Adorabili! Altro che gattini su fb, un koala che dorme!!!

    Risposta
    • 22 Ottobre 2019 in 13:13
      Permalink

      Ma infatti, i gattini su fb non sono nulla in confronto 😀

      Risposta
  • 21 Ottobre 2019 in 21:04
    Permalink

    Ad ogni foto di questo post (tra l’altro complimenti davvero, sono bellissime!!), ho emesso un gridolino di felicità! <3 Io voglio, devo vedere i koala. Devo andare a Raymond Island…subito! Penso che dopo potrei morire felice, queste pallotte di pelo sono meravigliose!

    Risposta
    • 22 Ottobre 2019 in 13:11
      Permalink

      Grazie mille cara Valentina 🙂 Effettivamente soffocare i gridolini di felicità, lì sull’isola, è stata la cosa più difficile 🙂

      Risposta
  • 23 Ottobre 2019 in 05:18
    Permalink

    no vabbe che posto meraviglioso, tra Koala e Panda non so cosa trovo piu’ carini, quindi vedere un paradiso dei Koala…mi son sciolta!

    Risposta
    • 23 Ottobre 2019 in 10:32
      Permalink

      A me i panda non hanno mai detto molto ma li sto pian piano rivalutando. Mi sembra che abbiano personalità simili. 🙂

      Risposta
  • 24 Ottobre 2019 in 03:55
    Permalink

    Adoro quei piccoli, fattissimi, orsetti grigi! 😛 Sai che non conoscevo Raymond Island? Pur essendo stata più di una volta in Australia non ricordo di averla sentita, mea culpa! Però ho visto ed accarezzato un koalino, ahimé in cattività. E’ sempre triste seguire il destino (spesso inflitto da noi umani “esseri intelligenti”) di queste specie che vanno verso l’estinzione. Una notte o due a Raymond Island non sarebbe mica male, una full-immersion di pelo morbido e tenerezza!

    Prima o poi ti raggiungo lì 😉

    Risposta
    • 24 Ottobre 2019 in 08:18
      Permalink

      Sarebbe bellissimo, altroché! Anche io ne ho accarezzato qualcuno in cattività… Che poi di tutti gli animali australiani visti nei parchi faunistici, i koala mi son sembrati proprio quelli con meno spazio vitale… mah…

      Risposta
  • 30 Ottobre 2019 in 17:53
    Permalink

    Ho sempre adorato i koala, figurati che avevo uno zaino di scuola con una stampa a koala <3
    Mi mortifica sapere che sono in via di estinzione… si rende assolutamente necessaria una puntata a Raymond Island!

    Risposta
    • 30 Ottobre 2019 in 19:36
      Permalink

      Ciao! Purtroppo siamo destinati a mortificarci sempre di più… proprio oggi sentivo di grossi incendi su nel nord, probabilmente sono morti decine se non centinaia di koala 🙁 Una cosa terribile 🙁

      Risposta
  • 3 Novembre 2019 in 15:00
    Permalink

    Allora deciso! Vado a Raymond Island!!! L’Australia è diventata il mio sogno nel cassetto quando da bambina, guardando il cartone animato “Georgie”, mi ero innamorata del piccolo Lupp. Il koala, che Georgie aveva adottato e che si vedeva spesso mangiare assonnato il suo cibo preferito, le foglie di eucalipto. Era così tenero!

    Risposta
    • 5 Novembre 2019 in 10:11
      Permalink

      Ecco come si chiamava! Lupp! Non lo ricordavo assolutamente. Mi dico sempre che devo riguardare Georgie daccapo e vedere se è plausibile, da qui 😀

      Risposta
  • 5 Novembre 2019 in 18:38
    Permalink

    I koala sono tra gli animali più belli del globo terracqueo. Più belli dei gattini, ma meno belli del panda rosso, perché è lui l’animale più fico di tutti in assoluto, in qualsiasi galassia. Mamma mia che voglia di abbracciare un koala che mi è salita. Grazie Lucy 😀

    Risposta
    • 5 Novembre 2019 in 18:44
      Permalink

      Ciao Serena, grazie a te! Però sul panda rosso non sono d’accordo, mi spiego: è bellissimo (al Melbourne Zoo gli faccio sempre il book completo), ma per nulla espressivo! Gli animali australiani in quanto a espressività sono il top 😀

      Risposta
  • 12 Novembre 2019 in 19:45
    Permalink

    Sono troppo teneri! Mi piacerebbe davvero molto vederli dal vivo speriamo riesca presto a farmi un “giretto” in Australia e a passeggiare in quest’isola e speriamo soprattutto che con località come questa riescano a salvaguardarli 🤞

    Risposta
    • 12 Novembre 2019 in 20:39
      Permalink

      Mi unisco ai tuoi “speriamo” *_* Anche se non sono molto ottimista 🙁

      Risposta
  • 12 Novembre 2019 in 21:12
    Permalink

    Ma che spettacolo! Vedere i koala nel loro habitat naturale dev’essere davvero un’esperienza splendida. Ho preso nota perché sicuramente un giorno tornerò in Australia.

    Risposta
  • 16 Novembre 2019 in 04:04
    Permalink

    No vabbé ammmmoriiiiiii pallottolini di pelo grigio tenerosi!!! 😍
    Il paradiso dei Koala esiste!!
    Pensa che io adoro i Koala da quando sono piccina picciò, ma ancora non sono riuscita a vederne uno 😕
    Lì diventerei matta dalla gioia 😃
    Bellissimo articolo, bellissima l’isoletta ferma nel tempo, spettacolo i pelosini patatosi!
    Ecco, mo’ sì che mollerei tutto e partirei per venire a Raymond Island 😉🧡

    Risposta
    • 16 Novembre 2019 in 11:52
      Permalink

      Sono contenta di averti fatto scoprire questo bellissimo posto e ti ringrazio del commento!
      Purtroppo proprio in questi giorni stanno morendo un sacco – parlo di centinaia – di koala per gli incendi che devastano l’Australia. Pensandoci ho il cuore pesantissimo 🙁

      Risposta
  • 20 Novembre 2019 in 16:46
    Permalink

    Io mi sto segnando tutti i posticino che suggerisci perché prima o poi riuscirò a fare il viaggio che sogno in Australia. Ma la lista delle cose da vedere si allunga e ci vogliono sempre più giorni! Ma questi cuccioloni morbidosi e teneroni si possono abbracciare e coccolare?

    Risposta
    • 21 Novembre 2019 in 11:23
      Permalink

      Nope… cioè, tu puoi provarci, ma loro si stressano, ti graffiano e mordono 😀 (sono coccolosi solo a vedersi, infatti!)
      PS: se poi hai bisogno di consigli per il tuo viaggio scrivimi pure ^_^

      Risposta

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: