SIX FEET UNDER

Solipsismo di un pianeta

(all images credit: 8-bit Stories)

Il mio pianeta è iridescente, vaporoso nel silenzio interstellare. Ha infiniti emisferi, sinapsi violacee e sdrucciolevoli; anelli indulgenti e luminosi, sedici, come gli anni che compio ancora e per sempre.

Sul mio pianeta ogni cosa non si fa né si osserva; con branchie sorridenti ci si nuota dentro, diventando i se, i , i con. Tutto è dismisura e mai strappo.

Il mio pianeta ospita la fioritura uterina, le vocali soffuse, i petali alati; le migliori intenzioni, lo zenit, le suture.

Consacra i semi, l’agnizione, la morte termodinamica dell’universo. Sopravvive.

Odora di dolore rosato, di piacere bianco, di lampone e di ovatta.

Sul mio pianeta niente è ridicolo e tutto è necessario. Nessuno manca, gli occhi e i raggi e le frasi coincidono.

Climax e anticlimax proteggono la formula: sospensione, rinvio, ripetizione ed esattezza. Nero non ce n’è, dietro un’eco di scintille. Solo germogli in gelatina; proiezioni di iperboli, spirali, decisioni che si incontrano all’infinito, per scoprire che avevano ragione. Bende non esistono.


Abitare il mio pianeta basta a riempire una vita, liquida e perfetta, ma non quella meglio spesa.


Ogni tanto riscendo sulla terra – si chiama ipomania.


Sogno un nuovo big bang, una nuova assegnazione, neurotrasmettitori fedeli all’equazione; oppure un letto bianco numerato, un pigiama azzurro e un monitor irradiante, più uno scafandro spaziale con quanto basta di ossigeno.

Categorie:SIX FEET UNDER

Con tag:,

37 risposte »

      • 😀 😀 😀
        Come se fosse Terra ma antani per due o interstellare con fuochi…fatui…galattici con scappellamento di buco nero a colori!

        • Beh, ti ho un pochino perculata ma come ringraziamento per avermi insegnato una parola che non conoscevo con tutto ciò che ne consegue ci stava! 😀 Comunque non mi dispiace il tuo pianeta in tecnicolor!

        • No ma pensa che io credevo fosse un riferimento alla Guida Galattica, perché non sono riuscita ad andare oltre poche pagine e quindi di solito quando c’è un riferimento che non capisco si va a parare lì 😀

        • La risposta è 42! 😀 Ho rivisto il film un paio di mesi fa, sempre divertente!

        • Il genere mi piace, ma con questo qui mi fermavo alla locandina e mi stava antipatico. Però da quando con il post-trauma ho cambiato gusti, credo che ora potrebbe piacermi! Anzi ti ringrazio di questo spunto di conversazione perché quasi quasi rifaccio un tentativo! (Dovrei rivedere anche Amici Miei, son passati secoli!)

        • Ma grazie!! Uno di questi giorni mi ci metto! Quando avrò finito una serie di serie su cui sono in fissa 😅

        • Grazie per entrambi i link!! Questo di cb è sempre la mia prima scelta, anche se ogni tanto pecca di serie non doppiate (proprio non riesco più a sentirle!!). Comunque Dio li benedica 🙂

    • Scusa, non avevo risposto perché non saprei come integrarlo nel blog, ma ho letto il tuo e ovviamente era bello bello :))

  1. Mi hai fatto pensare questo: sì, se ricominciassimo tutto da capo? Ma da capo, da capo, da capo… proprio dall’inizio.
    ‘Sto Big Bang è un po’ troppo sopravvalutato, in fondo non è altro che il classico colpo di culo (e poi bisogna vedere alla fine, se è stato veramente culo).
    Belle le immagini neodivisioniste.

    • Le immagini le amo, la ragazza che le fa è bravissima! Comunque sì, quoto la sopravvalutazione del big bang 🙂 Infatti se alla fin fine mi offrissero di ricominciare da capo probabilmente declinerei con cortesia ;D

  2. Qui sei troppo difficile per la mia mente piatta. Sto cominciando ora a comprendere la terra, un altro pianeta a tuo uso e consumo non riesco proprio a figurarmelo.
    Pero’ l’importante e’ che ce l’abbia tu chiaro in mente 🙂
    ml

  3. Lucy, accantoniamo l’idea di un nuovo big bang per favore, non vorrei dovermi svegliare di soprassalto, che poi divento noioso per tutta la giornata

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.