LUCY WAS IN PARIS

Medaglia sì, medaglia no? La strage impunita

Premetto che in certe occasioni adoro il kitsch, se immotivato e di qualità.

maneki-neko-755708_960_720

E adoro le coccarde, nella loro essenza tremendamente pacchiana. L’idea di appuntarsi al petto quest’affare festante e variopinto e di andarsene in giro tutti seri e impettiti mi fa impazzire.

cocarde

Per dire: anni fa, quando mi hanno chiesto cosa volessi per la laurea (fiori, corona d’alloro, cappello…), ho risposto “una coccarda”. E l’ho ricevuta davvero, una stupenda coccarda, fatta a mano e con amore perché in giro si potevano acquistare solo a lotti di decine e decine, non singolarmente. Una ridente coccarda con sopra una volpe, che ora se ne sta a Milano in un cassetto, insieme all’asciugamano di Dave Gahan; e quando passo di lì in cerca di un bel ricordo, riguardo sorridendo la mia coccarda con la volpe, felice di essere stata assecondata con tanto devoto entusiasmo.

china-1870928_960_720

La coccarda di cui voglio parlare oggi, però, non è proprio una coccarda. È una medaglia. E non è kitsch: di più.

È grottesca, come la vita.

angel-1852827_960_720

Spiego.

Se sei stato vittima di terrorismo sul suolo francese, hai diritto a una medaglia. Proprio così: ci sono le medaglie per le grandi imprese, e ci sono quelle per le vittime, perché qualcuno deve aver pensato che sia un dettaglio cool. Sul formulario, io sarei nella casella “vittime sequestrate”.

sud_10904_medaille-dor-felicitations

Allora, questa medaglia è divertentissima.

Già.

Perché la sua particolarità è che, se la desideri, la devi chiedere tu.

Nessuno dall’alto ti contatta per dirti “hey, sei sulla lista, ricevi questa medaglia”, oppure “hey, sei in lista, la vorresti questa medaglia Sì/No?” (con il quadratino da barrare, in stile festa delle medie).

ask

Di questa medaglia qui, nessuno ti informa; però, se hai abbastanza fortuna da sentirne parlare da qualcuno che è sul pezzo più di te, la puoi richiedere e allora te la danno. Proprio così: la vuoi? Chiedila. Manda i moduli e i certificati. E se sei straniero non puoi nemmeno usare l’email come tutti gli altri, vai e spedisci a mano.

E perché bisogna richiederla? Perché lo Stato non voleva rogne, del tipo “Ma a Pinco l’avete proposta e a me, Pallo, no”. Volpi. Furbissime.

Ora.

Parliamo del significato di questa medaglia.

gargoyle-2592208_960_720

Hai rischiato la vita, preso una pallottola, perso qualcuno? Chiedi, e ti daremo una medaglia. Rock’n’roll.

Noi, lo Stato, lo sapevamo che da tempo si pianificava un attentato al Bataclan, ma sai com’è, c’è la crisi, però tieni, a posteriori eccoti questa mirabolante medaglia.

E niente, non sono arrabbiata.

Sono proprio incazzata nera.

Però, l’ho detto subito che amo il kitsch.

41x2EO3KTaL

E allora una parte di me la vuole, questa maledetta medaglia. La vuole per metterla a dormire in una cassettina, e tra tanti anni dire ai figli e ai nipoti (o al gatto, più plausibilmente), “Vedi, questo è quello che resta di quella merda. Una fottuta medaglia con cui qualcuno si alleggerisce la coscienza”.

paris-1233616_960_720

La vorrei perché mi piacerebbe poter tenere in mano qualcosa di tangibile su cui convogliare il mio disgusto per l’ipocrisia e per il grottesco. Qualcosa da poter disprezzare da vicino. Che tenga viva la mia rivolta.

Però mi scoccia chiedere. Chiedere per poter disprezzare? Uhm.

E poi, dall’altro lato, col cavolo che la vorrei. Anche dal fondo di un cassetto, ne sentirei la presenza nefasta, come è nefasto tutto ciò che è legato a quella sera. E quindi forse è meglio che, nel mio emisfero, di medaglie non ce ne siano.

Dunque? Boh.

Sto scrivendo di getto appena ho saputo, quindi non so ancora cosa succederà.

Ma la vita, come dire, a volte è davvero grande. Grande come una coccarda kitsch, di tonalità, diciamo, sul marrone.

cuscino-peluche-emoji-cacca-sorridente-versione-natalizia.jpg

[Photos: Pixabay, IStock, Robedacartoon, Amazon, Jour de Fête]

20 risposte »

        • Non so… Non ne sarei certa! 😅 Comunque, conosco altri due italiani nella stessa situazione ed entrambi concordano con me che almeno, a livello di assistenza, se fosse capitato in patria non avremmo avuto diritto a quasi nulla delle forme di aiuto che pure abbiamo avuto. Però questa news che mi hanno dato oggi, ecco questa non la dovevo proprio sentire 😠

  1. Non so che dire!Da un lato noto la tua leggerezza nel parlare di questo episodio che ti ha coinvolta e dall’altro lato non riesco a smettere di pensare ai sottili fili del caso che determinano come infiniti lanci di monete gli esiti delle nostre vite. Comunque non sapevo di tutto ciò e penso che se il governo italiano fa davvero pietà quello francese mi sembra che non sia affatto migliore…quindi…una medaglia? Naaaa…di più!
    https://www.perugina.com/sites/default/files/recipes_2017-04/medaglioni-fondenti-frutta-disidratata-min_0.jpg

    • Questo sì che è un medaglione degno di questo nome 😀
      Scherzi a parte, ti ringrazio del commento e sono contenta se qualcuno ci trova della leggerezza quando scrivo di queste cose, dev’essere il mio humor nero che fatico a contenere. A volte trovo tutto talmente assurdo che non riesco a usare altri toni… ma certi miei primi post (che ho pubblicato all’inizio, quando ancora mi leggevano in tre, tipo questo dove racconto lo stress post-traumatico http://lucythewombat.com/2018/01/08/mutanti-e-ptsd/ ) sono dei macigni 😀
      Quanto ai sottili fili del caso… già. Brrr!!

      • Dopo me lo leggo.Intanto penso che ci sono tanti modi di reagire e metabolizzare l’accaduto ma mi sembra che il tuo sia decisamente il più efficace o per lo meno, è quello che capitasse qualcosa del genere a me vorrei avere.E poi…l’umorismo credo sia davvero l’unico antidoto efficace contro certe assurdità di questo mondo!😈

  2. Mamma mia, io la penso come te: lo trovo terrificante. Informati bene però, perché alla medaglia spesso si associano altri benefici, e generalmente questi sono dei soldi. Che potresti usare per fare qualcosa di bello, (magari aiutare qualcuno, o un’associazione). E allora la rabbia cieca potrebbe avere uno sfogo migliore che urlare alla medaglia (che comunque nessuno ti vieta di fare). Se invece è solo un oggetto metallico, che se lo tengano.

  3. Non sapevo avessi passato tutto questo, mi dispiace moltissimo. 🙁

    L’idea della medaglia non so come mi farebbe sentire, mi sembra un po’ ridicola o forse offensiva ma e’ un passo, lo capisco.

    • Grazie :* E’ per questo che alla fine ho deciso di provare a darci un taglio con quel clima (dentro e fuori) e cambiare emisfero. Non so, forse certe cose sono talmente assurde e al di fuori della normale gamma delle esperienze umane, comprese quelle dolorose, che per questo non si riesce a elaborarle né a valutarle. Non so… nel dubbio faccio lo struzzo, anzi l’emù 😀

  4. Una bella medaglia d’oro pulisce il culo sporco di merda a tante persone. Ops, non si può dire merda in un blog pubblico vero? 😉

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.